Poesia

Numero 2 - Dicembre 2018

No. 2

Dopo gli spari che son scoppiati è rimasta la nebbia
come una macchia di sangue sulle scarpe da tennis:
un sangue, di quello bianco, che scivola via nelle vene
di quello che abbiamo chiamato la nostra storia.

Ancora un altro giorno di guerra per una generazione di pieni di vuoto
protrattasi dai banchi di scuola obbligata alle pagine web
fino ad un altro bicchiere di nessun sangue
e ad una lavata di culo e di camicie che abbiam messo

per sembrar d'essere signori da ascoltare nel silenzio della pianura
sotto i suoi fulmini, e sotto le sue stelle, le notti di Gennaio.

© 2018 Stagiornale. Tutti i diritti riservati.

facebook_page_plugin